//
post

Prima delle cose ultime

IL VIATICO__Racconti di viaggio e viaggio nei racconti/ 19-20 settembre 2018

Il “viatico” nell’antica Roma era l’insieme di necessita’ in cibo, vesti, denaro ecc. che un individuo doveva portare con sè, viaggiando.

Il nostro viatico vuole essere il primo “viaggio preventivo”, due giorni dedicati all’incontro e alla scoperta dell’”altro”, con l’unico obiettivo di alimentare una delle facoltà che rende più nobile l’essere umano: la curiosità.

Gli ospiti e i racconti comporranno quindi un mosaico teso a definire diverse tipologie di esperienze legate al viaggio secondo le seguenti categorie: “Viaggi nella Storia”, “Viaggi nell’Uomo”, “Viaggi nella Musica”, “Viaggi nella Letteratura”, “Viaggi nel Mondo”.

Concept evento, Giulio Valentini.

PROGRAMMA
—> MERCOLEDI’ 19 SETTEMBRE
- 19.00 Per la serie “Viaggi nella Storia”, incontro con GIANNI OLIVA (https://giannioliva.it/) per parlare del libro “L’avventura coloniale italiana. L’Africa Orientale Italiana (1885-1942). Edizioni del Capricorno. Modera Giulio Valentini
- APERITIVO ETNICO
- 20:45 Per la serie “Viaggio nella musica” Concerto di ASHTI ABDO, Polistrumentista curdo.
- 21:20 Per la serie “Viaggio nella Letteratura” incontro con FRANZ KRAUSPENHAAR autore del romanzo “Brasilia”, Castelvecchi editore. Modera Giulio Valentini

—> GIOVEDI’ 20 SETTEMBRE
- 19.00 Per la serie “Viaggio nell’uomo”, incontro con l’antropologo ANDREA STAID e il suo libro “Le nostre braccia”, Milieu Edizioni. (Book trailer: https://www.youtube.com/watch?v=ZarYKCVo0uk – recensione dal Manifesto https://www.facebook.com/photo.php?fbid=2048963488468749&set=a.111182862246831&type=3&theater) Letture di Giulio Valentini. Accompagnamento musicale di HAMADOU KONATE, Burkina Faso.
- APERITIVO ETNICO
- 20:45 Per la serie “Viaggio nel Mondo”, VIAGGIEMIRAGGI presenta i sui viaggi e progetti di turismo responsabile.
- 21:20 Per la serie “Viaggio nel Mondo”, incontro con la giornalista e scrittrice IMMA VITELLI.
Letture di Giulio Valentini. Accompagnamento musicale di HAMADOU KONATE, Burkina Faso.

(Ingresso Libero)

—–>
(Foto evento di Laura Lomuscio https://www.facebook.com/laura.lomuscio.5)

OSPITI
- Gianni Oliva è storico, giornalista e politico italiano, studioso del Novecento, da anni si occupa degli aspetti meno indagati della storia nazionale, in particolare dei nodi irrisolti del 1943-48.

https://it.wikipedia.org/wiki/Gianni_Oliva

- Andrea Staid è docente di Antropologia culturale e visuale presso la Naba, dirige per Meltemi la collana Biblioteca /Antropologia. Per Milieu ha scritto I dannati della metropoli e Gli arditi del popolo, Abitare illegale e Le nostre braccia. È autore anche del saggio I senza Stato (Bebert). I suoi libri sono tradotti, in Grecia e Spagna, e adottati in varie facoltà universitarie.

- Imma Vitelli è stata inviata di guerra per Vanity Fair sui maggiori fronti internazionali, dall’Iraq all’Iran, dall’Afghanistan al Pakistan, dal Congo alla Somalia. Ha studiato giornalismo alla Columbia University di New York. Ha vissuto nove anni in Medio Oriente tra Beirut e Il Cairo. Ha scritto Tahrir. I giovani che hanno fatto la rivoluzione (il Saggiatore, 2012). Sta lavorando a un romanzo d’amore e di guerra ambientato in Siria.

- Viaggi e Miraggi propone una nuova dimensione del turismo, caratterizzato da una duplice preoccupazione: per l’ambiente dei luoghi visitati dal turista, e per il benessere e l’identità delle popolazioni che vi abitano, mantenendo l’integrità culturale, i processi quotidiani, la diversità biologica, i sistemi di vita dell’area in questione, in maniera che le comunità locali siano beneficiarie e non vittime dello sviluppo turistico.
Sito: https://www.viaggiemiraggi.org/

- Franz Krauspenhaar è nato a Milano da padre tedesco e madre italiana, nel novembre del 1960. Ha scritto e pubblicato dal 1975 al 2011 diversi racconti e romanzi per grandi e piccole case editrici. La sua pubblicazione più recente è il romanzo “Brasilial“, edito da Castelvecchi.

https://it.wikipedia.org/wiki/Franz_Krauspenhaar

- Ashti Abdo cantante, compositore e polistrumentista curdo, è originario di Afrin, vicino ad Aleppo
(Siria). Trasferitosi in Italia dopo l’adolescenza, continua a coltivare il tembûr, iniziando a farsi conoscere come solista, dedicandosi poi allo studio di diversi altri strumenti, da autodidatta o sotto la guida di Stefano Torre. Approda ai Domo Emigrantes nel 2012, arricchendo la formazione di colori e atmosfere tipici della tradizione mediorientale.
Beja: https://www.youtube.com/watch?v=uCRqIEJ2PgE
Karsilama – Manuel Buda, Ashti Abdo, Fabio Marconi: https://www.youtube.com/watch?v=bAx6aXvua2A
Domo Emigrantes – Medley – Kaulonia Tarantella Festival 2017: https://www.youtube.com/watch?v=ivEB0txcyUo

- Hamadou Konate è nato a Bobo Dioulasso, Burkina Faso. Ha iniziato a studiare le percussioni bambino, formandosi con i componenti del mitico gruppo Farafina, fra cui Mahama Konate e Paco Ye. Suona djembe, tamburi bassi (dundun,sangban, kenkeny), bara, tamani, nonché il canto e ngoni., collaborando in varie formazioni, ha compiuto tournée in Burkina Faso, Costa d’Avorio, Guinea.

—–>

DOVE
Bioforme – La Falegnameria in Via Aosta, 2 a Milano, è un laboratorio di creatività, organizzato secondo principi e regole dettati dalla competenza e dalla passione.
Bioforme mette l’ Arte in Circolo attraverso un ricco e variegato calendario di corsi, mostre, spettacoli e performance dal vivo che spaziano dalla musica al teatro, dalla pittura alla scultura.
Per difendere la nostra umanità.

COME ARRIVARE
Al 2 di Via Aosta troverai un cancello Rosso carrabile di fianco l’ingresso di un Hotel. Una volta varcata la soglia del cancello, gira a destra e costeggia l’edificio, facendo il giro; la prima porticina che trovi sulla sinistra sormontata da una piccola tettoia è l’ingresso di Bioforme.

PARCHEGGI e MEZZI PUBBLICI
Se arrivi in auto si trova sempre posto in via Principe Eugenio, nel tratto di strada che costeggia i giardini pubblici.
Altrimenti utilizza la metropolitana e scendi alla fermata MM5 Lilla di Cenisio, oppure utilizza i tram 12,14 o il bus 78.