//
La Turba dei Geologi

La Turba al FrigiaMilano, circonvallazione interna. Tutto ciò che può accadere, cadere o precipitare dentro, sopra o sotto la testa di due laureandi in geologia molto molto fuoricorso, della ex ragazza di uno e della sorella di un altro, quando hanno a che fare con un calcolo alchemico, una festa di laurea e una valanga di bugie.
Genere: cenacolo tragicomico sotto aceto ma non troppo.
Menù: emozioni, pozioni, unzioni, calcificazioni, rovescioni, stramazzoni, tentoni e un calcolo alchemico.

Scritto da Giulio Valentini
con: Daniela Iotti, Daniela Marchini, Davide Sormani e Giulio Valentini.
Musica di Paolo Ngabo Babelegoto

Estratti:
“Un colpo dritto al petto o ti affossa o ti illumina. In tutti e due i casi meglio non darlo a vedere. E’ come afferrare una gallina in un pollaio: se capisce quello che hai intenzione di fare, hai fallito!”

“Quando un uomo pensa qualcosa di interessante: o è una balla o è una donna!”

Andato in scena:
TEATRO STUDIO FRIGIA 5, Via Frigia 5, Milano (quattro repliche)