//
Memento de morì

Memento de Morì
L’inferno va ripopolato è necessario organizzare una raccolta di anime. Inviato per il suo charme direttamente dal Diavolo in persona, un satiro romano spiegherà per filo e per segno come vendere la propria anima per poter avere una vita agiata e ricca.

Di Daniele Bossetti
con Giulio Valentini
Voce diabolica di Rita Tekeyan

Estratto:
Tutto il tempo che perdete nell’amore, mamma mia quanto ne buttate per una cosa che se va bene, dura un anno, se va da Dio tre, se proprio proprio va bene, ma bene bene bene bene da Lucifero sette. E state sempre a pensà, sempre a pensà, a perder tempo tutto il giorno: mi amerà? Mi darà un bacio questa sera? Mi farà questo, mi farà quello! Questo è quello che pensano gli uomini!
Un bel respiro: inspirazione, espirazione, inspirazione, espirazione…
Ispirazione: che poi una mattina ve svejate e… CHE SVEJA che piate tra capo e collo! Ve ritrovate accanto una roba vecchia, brutta, grassa e che ve rompe li cojoni pe questo, ve straccia i cojoni pe quello, e voi che fate? GNENTE!! State lì, tutto il giorno, a sperà che torni quella o quello de na volta o almeno ce sperate…e invece NONEEE, NONEEE, NONEE!! Ormai è annata, mo ve beccate sta sòla pe tutta la vita, che dice “la vita è una sola ma invece è una sòla!” Che poi manco voi siete più un fiore, fate schifo… e state sempre a pensà, a pensà, ma che c’avete sempre da pensà?
Diceva sempre er Faust: “Si pensa sempre a ciò che s’è lasciato; l’abbitudine rende l’omo dannato”. Dannati voi e le vostre anime.

Andato in scena
- Álfablót, Halloween Giovedì 31 ottobre 2014 @AtelierFORTE, via Corelli 34 Milano
- Bioforme, Via Aosta 2, Milano